Restauro Chiesa di S. Maria Assunta – Castellarano

Anno

2016 – 2024

Committente

Parrocchia di Castellarano

Luogo

Castellarano (RE)

Incarico

Progetto architettonico, Direzione lavori, Coordinamento della sicurezza

Il percorso che ha portato al progetto di restauro inizia nel 2016 e nasce dall’esigenza di intervenire su alcune criticità riguardanti l’impiantistica ormai obsoleta. Partendo da questa necessità si è cominciato a ragionare sull’integrazione e l’impatto degli impianti sulla struttura esistente.
Parallelamente sono emerse alcune criticità strutturali tipiche delle chiese del periodo. In un’ottica di prevenzione, anche in assenza di cedimenti strutturali, di mitigare queste vulnerabilità anche in considerazione del fatto che la zona è a sismicità media-elevata. Si sono venuti quindi a delineare i contorni di un progetto complessivo di restauro che attualmente comprende l’intero organismo della chiesa.

I lavori sono stati suddivisi in tre stralci esecutivi in base alla disponibilità economica della parrocchia, usufruendo anche di finanziamenti da parte di CEI, lasciti di privati e offerte liberali della comunità di Castellarano.

Partendo dall’assunto fondamentale della conservazione del bene artistico-culturale come riflesso della cultura che lo ha prodotto, ma senza tralasciare la funzione specifica che questo spazio deve avere, ovvero la celebrazione liturgica e la contemplazione del mistero, la proposta progettuale cerca di preservare il valore storico-artistico ma al contempo di adeguare lo spazio liturgico al naturale evolversi della sensibilità religiosa.

Con il primo stralcio di lavori si sono dapprima messi in pratica una serie di miglioramenti strutturali che hanno aumentato la stabilità e la resistenza agli eventi sismici. In seguito i lavori sono continuati con la sostituzione dell’impianto di riscaldamento, dell’impianto elettrico e di illuminazione per concludersi con la posa della nuova pavimentazione in cotto fatto a mano.

Nel secondo stralcio si sono restaurate le facciate esterne della chiesa e della canonica ormai degradate. In passato si è intervenuti quasi esclusivamente sulla facciata principale e mai sugli altri fronti.

Il terzo stralcio, attualmente in procinto di essere appaltato, comprenderà il restauro dell’interno della chiesa.
Verranno consolidate e rinnovate le superfici murarie dipinte portando il complesso dell’aula liturgica ad un grado di maggiore rispondenza alle attuali esigenze liturgiche. Saranno restaurate tutte le parti lignee interne compreso il coro settecentesco e le statue degli altari.

Contattaci

"*" indica i campi obbligatori

Nome e cognome*
Privacy Policy*